Paradossi meccanici

01 agosto 2014

di Nicola Dibattista

Nel Sette e nell'Ottocento, nei gabinetti di fisica e nei laboratori didattici, si utilizzavano diversi strumenti per illustrare i cosiddetti "paradossi". Questi apparecchi, infatti, consentivano di sperimentare effetti apparentemente contrari al senso comune e, dunque, stupefacenti. Stimolando una più approfondita osservazione e riflessione, il senso di stupore era rimosso e veniva dimostrato come questi fenomeni fossero perfettamente coerenti con le leggi della fisica.
Il paradosso meccanico più conosciuto e popolare si compone di un doppio cono, formato unendo due coni eguali per le loro basi, che poggia su una coppia di binari in pendenza e divaricati. Quando il doppio cono viene posto sulla parte più bassa dei binari, inizia spontaneamente a risalire verso l'alto.
La spiegazione di questo apparente paradosso si ottiene evidenziando la proprietà del baricentro dei gravi, che scende naturalmente verso il basso. In effetti, poiché i binari sono divaricati, il centro di gravità del doppio cono, posizionato sull'asse di rotazione in corrispondenza del diametro massimo, non sale quando l'intero corpo sembra procedere verso l'alto, ma scende. Se volete vederlo più da vicino, si trova nel museo della storia della scienza Galileo Galilei a Firenze
Ancora oggi la scienza ed in particolare il modello galileano ci aiutano a porre sempre in discussione la realtà così come la percepiamo. I preconcetti e le congetture dovrebbero essere eliminati dal nostro modo di pensare moderno ed evoluto.
Altri approfondimenti sui paradossi di ogni tipo li potreste ammirare visitando il laboratorio PARA DOXA di Alessio Perniola e Cesco Reale in tour nei migliori festival scientifici italiani (info: multiversi.divulgazione@gmail.com).

 

In the eighteenth and nineteenth centuries in physics studios and workshops are several tools used to illustrate the so-called " paradoxes " . These devices, in fact, allowed to experiment with effects apparently contrary to common sense , and therefore drugs. Stimulating a more thorough observation and reflection , the sense of wonder was removed and was shown how these phenomena were perfectly consistent with the laws of physics . The most well-known and popular mechanical paradox consists of a double cone , formed by joining two cones equal to their bases , resting on a pair of tracks on a slope and spreaded . If the double cone is placed on the lower part of the tracks, it spontaneously starts to rise upwards. The explanation for this apparent paradox is obtained highlighting the properties of the center of gravity of the serious , that naturally drops down. In fact , because the tracks are wide apart , the center of gravity of the double cone , positioned on the axis of rotation at the maximum diameter , no salt when the entire body seems to proceed upwards , but drops. If you want to see it more closely, is in the museum dellla history of science Galileo Galilei in Florence. Even today, the science, and in particular the model Galilean help us to always put in question the reality as we perceive it . The assumptions and conjectures should be eliminated from our modern way of thinking and evolved.

 

Torna all'archivio